Cosa succede nel mondo dell’AI? Dai un’occhiata a questi 8 punti che abbiamo estrapolato dal quarto Artificial Intelligence Index Report di HAI – Stanford’s Institute for Artificial Intelligence, marzo 2021.

1. A partire dagli anni ’50 l’intelligenza artificiale è diventata una disciplina di ricerca di grande importanza con molte applicazioni commerciali. Il numero di pubblicazioni è aumentato drasticamente negli ultimi anni: le divulgazioni delle riviste specialistiche sono cresciute del 34,5% dal 2019 al 2020, la maggior parte delle quali pubblicate da istituzioni accademiche, società di ricerca e governi.

2. I sistemi di AI possono comporre testi, audio e immagini a un livello sufficientemente alto da rendere difficile alle persone distinguere se si tratta di una produzione umana o no.
Le imprese investono ingenti quantità di risorse computazionali per avere sistemi di computer vision sempre più veloci.

I rapidi progressi nella NLP (Natural Language Processing) hanno prodotto sistemi di AI con capacità linguistiche decisamente migliorate e un impatto economico significativo. Questi progressi sono stati così rapidi da superare i parametri tecnici di riferimento usati per le verifiche.

Il machine learning sta cambiando le carte in tavola in ambito sanitario e biologico: gli scienziati utilizzano modelli di ML per imparare le rappresentazioni di molecole, ottenendo una più efficace pianificazione della sintesi chimica.

3. L’aumento di efficienza e produttività promesso dall’AI presenta anche grandi sfide: le aziende devono trovare e mantenere talenti qualificati attuando però anche misure per mitigare i rischi di utilizzo dell’AI.
Intelligenza artificiale ed economia globale sono strettamente relazionate: da un lato troviamo la crescente domanda di talenti e tecnologie da assumere in azienda, dall’altro la creazione di nuovi posti di lavoro, investimenti e attività. Oggi l’AI è spesso menzionata anche tra gli utili societari.

4. Poiché l’AI è diventata un motore dell’attività economica, sempre più persone vogliono capire di cosa si tratta e ottenere le qualifiche necessarie per lavorare nel settore. Allo stesso tempo, le crescenti richieste di applicazione dell’AI nell’industria sono allettanti, e molti professori lasciano il mondo accademico per il settore privato.
Nell’Unione Europea, la maggior parte delle offerte accademiche specialistiche relative l’AI sono materia di master: robotica e automazione sono il corso più insegnato nei programmi di laurea specialistica e master, mentre nei corsi brevi specializzati è il machine learning (ML) a dominare.

5. Mentre le innovazioni basate sull’intelligenza artificiale entrano a fare parte della nostra vita quotidiana, le sfide etiche delle applicazioni dell’AI sono sempre più evidenti e soggette a controllo. L’uso di alcune tecnologie può portare a conseguenze indesiderate e dannose, come la violazione della privacy, la discriminazione basata su genere, razza/etnia, orientamento sessuale o identità di genere. I legislatori sono profondamente consapevoli delle questioni etiche riguardanti l’AI, ma spesso per loro è più facile gestire ciò che possono misurare, trovando il modo di tradurre gli argomenti qualitativi in dati quantitativi.

6. Il numero di dottorande in informatica è stato inferiore rispetto ad altre specializzazioni per più di un decennio. Secondo un sondaggio annuale della Computing Research Association (CRA), le laureate dei programmi di dottorato in America del Nord hanno rappresentato in media meno del 18% di tutti i dottorandi. Un sondaggio AI Index suggerisce che le docenti costituiscono solo il 16% di tutte le cattedre di Scienze Informatiche in diverse università in tutto il mondo.

7. In un sondaggio del 2020 di Queer quasi la metà degli intervistati ha parlato di mancanza di inclusività nei campi AI/ ML. Più del 40%  ha detto di aver subito discriminazioni o molestie al lavoro o a scuola.

8. L’intelligenza artificiale è destinata a influire sulla competitività globale nei prossimi decenni, promettendo di concedere ai primi utilizzatori un significativo vantaggio economico e strategico. Ad oggi, i governi nazionali, le organizzazioni regionali e intergovernative hanno corso per mettere in atto politiche basate sull’AI, affrontando anche le sue implicazioni sociali ed etiche.

Scopri di più su Home | Stanford HAI

 

Overace

HQ & Factory
Via Pietro Giannone 8a/10
10121 – Turin – Italy
Telephone +39 011 18869438

info@overacegroup.com

Close Bitnami banner
Bitnami